Riad De La Belle Époque


L'Albergo

La Belle Epoque è un esempio lampante del restauro degli ambienti originari di Marrakech.
Una delle meravigliose case della medina ristrutturata per il nostro piacere. È la casa di Teresa e Víctor, entusiasti della Città Rosa e desiderosi di contaggiare il visitatore con la loro passione. Prevale l’aroma delle spezie e delle candele accese e dalla terrazza si possono udire i cantici dei muezzin che chiamano alla preghiera.

Nelle sette stanze armonizzano mobili marocchini e oggetti art deco e ognuna porta il nome di una donna della storia e dell’arte di vivere, come ad esempio Karen Blixen, Isadora Duncan o Anita Delgado. Tutte le stanze si affacciano al giardino centrale. La Belle Epoque è un meraviglioso modello di riad classico, con gallerie in legno e filigrana di gesso alle pareti. Il tutto viene completato da un salone con caminetto, una piscina e uno spazio chill-out per vivere i migliori momenti.


Accessibilità

Marrakech è una città adatta alla sedia rotelle, perchè la Medina è quasi priva di marciapiedi. L’hotel è dotato di segnali Braille in ogni porta da marzo 2011. Utile il sistema di Audio-Guida del Marocco attraverso il cellulare su www.toozla.com


Cosa fare?

 Attività

Marrakech è una città emozionante e la medina costituisce la sua maggiore attrazione, dove trascorrere alcuni giorni di passeggiate e acquisti. Il Giardino Majorelle, la Medersa e il contiguo Museo di Marrakech sono tappe imprescindibili. Anche la Menara, antico deposito d’acqua cinto da un uliveto, è un incantevole richiamo turistico. Da non perdere il circuito de la Palmeraie, per i suoi palmeti al nord della città. Piste da sci nella stazione di Oukaimeden a un’ora di distanza, nell’Atlas. Se il visitatore ha a disposizione un paio di giorni, un’escursione alla cima del Toubkal (4.160 m) permetterà di vivere un’affascinante avventura. Altre tappe interessanti sono la Kasbah di Aït Ben Haddou y la Valle di Ourika.

 Luoghi da Visitare

Marrakech è il simbolo del Marocco e nonostante il turismo che la invade, mantiene i suoi ricchi sapori di sempre. La Medina è un mondo che persiste inalterato, un labirinto di persone e negozi. La piazza di Jema-el-Fnà è il centro sociale e turistico della città, con due ambienti ben distinti, quello del giorno, con gli incantatori di serpenti, i narratori di fiabe e gli stregoni bereber e quello della sera, con i ristoranti ambulanti e i chioschi che servono succo d’arancia e lumache bollite, il tutto avvolto in un aroma di carne e pesce alla griglia.

 Libri

Marrakech, les secrets des maisons-jardins. Di Ediciones ACR. Circa 70 euro.
Marrakech, l´oasis rouge. Di Editions La Bibliothèque des Arts, 2003. Circa 20 euro.


Gastronomia

 La Cucina

Nel riad possiamo apprezzare la cucina classica marocchina – cuscus, tajin, spiedini o il delizioso agnello mechoui-.

 Prodotti Tipici

Dolcetti di miele e mandorle nella Patisserie des Princes, vicino alla piazza. Nella Medina, babbucce, argento e prodotti della ‘farmacia bereber’.


Galleria