Hotel Quinta De Los Cedros


L'Albergo

Un pizzico di Toscana a Madrid. Così potremmo definire questo singolare hotel nascosto in un bosco di cedri, aceri giapponesi, magnolie e altri eleganti alberi, situato tra Chamartín e Arturo Soria. Dalle terrazze delle camere del primo piano, si intravvedono tra i rami le Quattro Torri: ci troviamo protetti dalla grande città, tra il cinghuettio di cinciallegre e merli. Così come l’edificio ci ricorda un palazzetto toscano, gli interni combinano l’ambiente classico, a cavallo tra l’infallibile stile britannico dei mobili e i tessuti e un luminoso stile italiano, con generose e onnipresenti vetrate. La caffetteria è accogliente, quasi intima, del ristorante parleremo più avanti, mentre un salone di lettura fa le veci di un secondo lobby, avvolto da giardini, al limite del boscoso. Le sue sale per riunioni sono situate fra la vista ai giardini, uno splendido muro costituito dalla biblioteca con ante di cristallo e la vista ai cedri.
Le stanze sono classiche, con bagni moderni e le suites sono generose e particolari. Alcune sono suddivise in due ambienti mediante un arco, che dona un tocco di regalità alle stanze. Questo esclusivo hotel ci innamora e ci sorprende grazie al suo stile unico nella città. Ci troviamo in uno degli hotel di spicco della capitale.


Accessibilità

Tutto il pian terreno è accessibile con sedia a rotelle, inclusi la caffetteria e il ristorante. L’hotel non dispone di camera adattata. La segnaletica in rilievo che numera le stanze e indica i bagni comuni è disponibile dal mese di marzo 2011. Madrid è dotata di numerosi circuiti turistici per persone disabili. Alla reception dell’hotel è possibile informarsi a riguardo.


Cosa fare?

 Attività

Dall’hotel è possibile raggiungere il centro storico con l’autobus urbano. In poco più di quindici minuti ci troveremo in Piazza Colón e nell’asse Prado-Recoletos, la zona dove sono ubicati i tre principali musei (Prado, Thyssen e Reina Sofia), dalla parte opposta si arriva velocemente all’area della fiera e dell’aeroporto.


Gastronomia

 La Cucina

Il ristorante Los Cedros è da sempre un riferimento nella zona. Per coloro che hanno avuto l’occasione di scoprirlo tra le fronde degli alberi. La nueva era di questo classico è nelle mani di Felix Celester, con un menú creativo e di qualità: il polipo viene servito in vassoi di lavagna e le capesante si combinano con i pinoli. La sala da pranzo è un belvedere affacciato al giardino e, quando il tempo lo permette, si servono i pasti nello spazio verde. Un privilegio nella grande città.


Galleria